Comunicato

Inserito in data:  14/02/2011

"Se non ora quando" = la gloriosa macchina da guerra fase 2

La manifestazione in programma oggi in numerose piazze italiane sta smascherando la sua reale natura o funzione vale a dire la delegittimazione del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, lo scrivono in una nota congiunta Luca Mariotti ed Enrico Rimini, rispettivamente Dirigente Nazionale e Coordinatore Provinciale di Ancona dei giovani del PdL.

Una ennesima manifestazione volta a voler ribaltare il voto degli italiani non soltanto del 2008, ma quello delle Europee del 2009 e quelle delle elezioni regionali di medio termine del 2010.

 

Visti i falliti tentativi delle ultime manfestazioni apertamente schierate contro il Presidente del Consiglio e visto anche il calare delle partecipazioni alle stesse, ora provano con il voler mascherare tali eventi dando lo scopo nobile della valorizzazione della donna e poi lo scopo finale e cioè quello di chiedere le dimissioni di Berlusconi.

 

Riteniamo doveroso intervenire poichè facciamo parte di coloro che hanno iniziato l'esperienza politica con e naturalmente soltanto la discesa in campo di Silvio Berlusconi, che tuttora consideriamo l'unico in grado di impedire l'ascesa al potere di quella "gloriosa macchina da guerra" (cit. Achille Occhetto) che ancora oggi risulta essere nel 2011 più attuale che mai nel realizzare la fase 2 in quanto: la fase 1 è riuscita con l'eliminazione capillare e personale di una intera classe politica attraverso il colpo di Stato all'arma bianca tramite alcuni Pm (oggi parlamentari), mentre la fase 2 ancora da realizzare, che consisterebbe nell'ascesa al potere nelle funzioni istituzionali rappresentative del Paese non riuscita grazie a Silvio Berlusconi.
Foto

Congresso nazionale Forza Italia
News